Non ha ancora aperto i battenti ma si è già fatto conoscere spalancando le porte per la “Prima diffusa“: è “Autelier“ di via Valtorta 30, in zona Turro, che sarà un outlet di abbigliamento, accessori, libri e molto altro, con l’obiettivo di promuovere l’inclusione lavorativa di ragazzi e adulti autistici. L’apertura sarà giovedì 14 dicembre alle 12. Intanto, per il “Don Carlo“, la sala illuminata affacciata sulla strada ha attirato famiglie e cittadini di passaggio nell’arco delle 4 ore di proiezione. Chiara Pelizzoni, tra i genitori dell’Istituto Casa del Sole al Parco Trotter, è entrata insieme ai suoi bimbi, Bianca e Luca, di 8 e 6 anni. “La più grande – spiega la mamma – è andata a vedere “Il Piccolo Principe“ al Teatro alla Scala con la scuola e ne è rimasta affascinata. In più suona il violino. E Luca ama tutto ciò che è musicale. Da grande vorrebbe diventare un batterista”. Così ieri si sono trasformati negli spettatori più giovani di via Valtorta. In platea anche Caterina, impiegata di 49 anni: “Ero curiosa di conoscere questo spazio”. Entusiasta Raffaella De Pisapia, accompagnata dal papà Massimiliano, che farà parte della squadra di Autelier: “Sono molto emozionata – dice –. Io ho 29 anni, ho avuto delle esperienze come wedding planner, in un bar ma non solo. Adesso mi piacerebbe assistere la clientela e mettere i cartellini con i prezzi”. I giovani nello spettro dell’autismo saranno i veri protagonisti di Autelier, affiancati da operatori e terapeuti. “Qui potranno formarsi – spiega Paola Tecchiati, coordinatrice del progetto nato sotto l’ala dell’associazione Diesis – ed entrare nel mercato del lavoro”.

Rimani in contatto
iscriviti alla newsletter!